tech 17 luglio 2017

Anche se non hai giocato a poker prima, puoi afferrare le regole basilari di Omaha Poker abbastanza rapidamente.

I bui in Omaha

In alcuni giochi di poker i piatti partono con le poste. Tuttavia, giochi come Omaha funzionano con i bui, scommesse forzate messe prima dell’inizio della mano. Il giocatore a sinistra del button del mazziere mette un piccolo buio, che è solitamente pari a metà della scommessa. Il giocatore alla sua sinistra piazza un contro buio, che è una scommessa completa.

La distribuzione in Omaha

Ogni giocatore riceve quattro carte. Il giocatore a sinistra del controbuio deve decidere se vedere il controbuio, rilanciare o lasciare. Ogni giocatore in senso orario intorno al tavolo deve decidere in maniera simile se vedere qualsiasi scommessa, rilanciare o lasciare.

Quando l’azione ritorna al piccolo buio, egli può completare la scommessa, rilanciare, lasciare o vedere qualsiasi rilancio fatto prima di lui. Il controbuio può passare o rilanciare se non c’è stato nessun rilancio, vedere, rilanciare o lasciare se c’è stato un rilancio.
Flop, Turn e River in Omaha

I giocatori vedono un flop da tre carte e sulla base di quello che vedono, possono passare o scommettere, a partire con il primo giocatore a sinistra del mazziere che partecipa ancora alla mano. Una volta che c’è una scommessa, i giocatori devono vedere la scommessa, rilanciare o lasciare.

Dopo che tutti i giocatori hanno giocato e chiamato tutte le scommesse se desiderano continuare, in mezzo c’è un turn di una sola carta. Ha luogo un altro round di scommesse al doppio dei limiti. Infine, un river di una sola carta va in mezzo e ha luogo un round di scommesse finale.
Vincere una mano in Omaha

Una volta che qualsiasi giocatore che desidera competere nel piatto ha visto qualsiasi scommessa fatta dopo il river, i giocatori scoprono le loro mani. A differenza di Texas Hold em in cui qualsiasi combinazione di carte può essere usata, i giocatori di Omaha devono usare esattamente due delle loro carte coperte con tre delle carte del board. Chi fa la migliore mano a cinque carte secondo questi parametri vince il piatto.